LUCCHIO

Lucchio è una piccola frazione al confine tra la provincia di Lucca e di Pistoia. In particolare, è il paese più remoto di Bagni di Lucca, il comune montano più esteso d’Italia. Lucchio, il cui nome deriva da lucus, ‘’luogo ricoperto di boschi’’, sorge a circa 660 metri s.l.m. e si caratterizza per la sua particolare conformazione, estremamente vertiginosa, e sviluppata lungo le pendici della cosiddetta Penna di Lucchio, il monte sovrastante. Questa configurazione lo ha reso in passato un luogo inespugnabile, nonché un eccezionale punto di osservazione militare: è interessante notare come rimanga totalmente invisibile giungendo dal capoluogo, mentre salti subito all’occhio sul versante pistoiese.

Ad oggi vi abitano pochissime persone e specialmente l’ala bassa del paese ricorda a prima vista un paese fantasma. Attraversando le strette vie del borghetto, specie nei giorni in cui la foschia è più fitta, o nelle tarde ore del pomeriggio, si respira un’aria antica, quel non-so-che di ‘’macbethiano’’. Non a caso, tra le antiche case costruite a picco sulla roccia, fino a pochi anni fa si organizzava ogni anno una spettacolare festa medievale. Un altro evento che si ripete ogni anno è l’immancabile Festa della Castagna, nel mese di Ottobre.

Vale la pena visitare Lucchio, tipico borgo medievale, per la sua aura misteriosa, accresciuta dalla presenza di una rocca, commissionata secondo la tradizione da Matilde di Canossa, liberamente accessibile e raggiungibile attraverso una ripida stradina in cima al paese. Secondo alcuni studiosi vi sarebbe stato un insediamento ancora precedente ad opera dei Romani prima e dei Longobardi poi; i primi a frequentare la zona sarebbero stati invece i Liguri Apuani, come dimostrano diversi ritrovamenti nelle aree circostanti. La rocca, nonostante sia stata sottoposta al degrado dei tempi e al probabile smantellamento di parte delle mura per costruire le case del borgo sottostante, è forse l’esempio maggiormente conservato nella zona e risulta facilmente riconoscibile nella sua struttura, tant’è che sul versante orientale si distinguono ancora i resti delle torri di guardia. L’atmosfera, lassù, è estremamente suggestiva e da ogni angolo si gode di uno straordinario panorama.

 

Francesca Buonamici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: